un mondo di software e servizi
per la tua professione. di che categoria fai parte?


Scopri tutte le nostre suite per ufficio

Le soluzioni software Seac rappresentano uno strumento pratico ed efficace
per risolvere al meglio le principali problematiche d'ufficio.

SEAC è ANCHE EDITORIA, FORMAZIONE, ASSICURAZIONI

SEAC SHOP ON LINE

SEAC SHOP ON LINE

Seac mette a disposizione del Professionista un ampio catalogo di libri, e-books, informative e periodici concernenti l’ambito fiscale e l’amministrazione del personale. L’obiettivo è quello di offrire a Commercialisti, Consulenti del Lavoro e Operatori del settore strumenti altamente professionali che consentano loro di svolgere al meglio la propria attività.

SEAC CEFOR

SEAC CEFOR

Oltre ai percorsi formativi e ai master di approfondimento, organizza periodicamente interessanti convegni, giornate di studio e confronto con i docenti su tematiche in ambito fiscale, contabile e del lavoro.

SERVIZI ASSICURATIVI

SERVIZI ASSICURATIVI

Servizi Assicurativi nasce dall’esperienza ultra trentennale di Seac nel settore assicurativo e propone consulenza professionale e prodotti esclusivi creati appositamente per rispondere alle esigenze del Professionista.

SEAC INFO

  • Servizi di ricarica per veicoli elettrici riconducibili a erogazioni effettuate da distributori automatici
    Con Risposta 20 maggio 2019, n. 149, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al corretto comportamento, ai fini della fatturazione, per i servizi di ricarica di veicoli ad alimentazione elettrica. In particolare l’Agenzia ha precisato che i servizi di ricarica di veicoli elettrici (ubicati in luoghi pubblici o privati) ma comunque fruibili al pubblico, a fronte dell’erogazione e dell’incasso del relativo corrispettivo, possono ricondursi alla nozione di “distributore automatico” e, come tali, sono assoggettati agli obblighi previsti in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi. Pertanto, come previsto dalla Risoluzione 30 giugno 2016, sono tenuti alla memorizzazione elettronica e alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi già a decorrere dal 1° aprile 2017 (se dotati di porta di comunicazione) ovvero dal 1° gennaio 2018 (qualora siano senza porta di comunicazione). Tuttavia, per l’erogazione del servizio, l’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi, viene meno laddove il contribuente decida di continuare a certificare i corrispettivi mediante fattura (emessa dal 2019 in formato elettronico e trasmessa tramite SdI). Infine, l’Agenzia precisa che l’obbligo di emissione della fattura ricorre sia qualora venga espressamente richiesta dal cliente, sia laddove la colonnina per l’erogazione del servizio venga data in uso al singolo privato, e quindi non sia nella disponibilità del pubblico che intenda usufruirne.
  • Detrazione 50% sull’acquisto di unità in edificio ristrutturato con ampliamento: Interpello
    Con Risposta ad Interpello 21 maggio 2019, n. 150, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla detrazione del 50% di cui all’art. 16-bis, comma 3, TUIR, spettante agli acquirenti di unità immobiliari site in edifici completamente ristrutturati da imprese di costruzione, che provvedano alla successiva alienazione entro 18 mesi dalla fine dei lavori. Nel caso di specie, l’impresa di costruzioni chiede conferma della fruibilità della detrazione nel caso di intervento di ristrutturazione che comporta anche ampliamento. L’Agenzia delle Entrate, richiamando i contenuti della Circolare n. 7/2018, afferma che gli acquirenti potranno fruire della detrazione solo per le spese riferibili alla parte esistente, considerato che i lavori effettuati consistono in una ristrutturazione senza demolizione con ampliamento: dal punto di vista documentale, è necessario fatturare distintamente le due tipologie di intervento o, in alternativa produrre un’attestazione dell’impresa che indichi gli importi riferibili a ciascuna tipologia di intervento.
  • Limite alla confisca del conto corrente in ipotesi di evasione
    La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 22061 del 21 maggio 2019, ha affermato che le somme di denaro presenti sul conto dell’azienda o dell’imprenditore sono sequestrabili nei limiti del saldo attivo presente al momento della scadenza per il pagamento del contributo INPS, cioè quando si è consumato il reato di evasione contributiva. I giudici spiegano che le somme acquisite sul conto dopo la consumazione del reato non possono essere automaticamente considerate come profitto dell’atto illecito, è necessario che vengano fornite le prove. In ogni caso, si ribadisce che, ai sensi dell’art. 12-bis del D.Lgs n. 74/2000, la confisca si può disporre sui beni che costituiscono profitto o prodotto del reato, considerata la parte residua del debito del contribuente, ma escludendo nel contempo le somme che l’imprenditore si è impegnato a versare tramite rateizzazione.

Leggi Tutte

SCADENZARIO

Il servizio SCADENZARIO presenta giornalmente le varie scadenze degli adempimenti fiscali e previdenziali
per la generalità dei diversi soggetti interessati, siano essi privati, imprese, datori di lavoro, ecc...
Per ogni scadenza è proposta una descrizione sintetica nonché un aggiornamento costante.

VISUALIZZA

"Da 50 anni garantiamo la soddisfazione dei nostri clienti"

Azienda leader a livello nazionale nel settore dei servizi per coloro che operano nel settore contabile, fiscale, lavoro e previdenza.

LA NOSTRA SERVER FARM

Server Farm è il servizio che offre la possibilità di sfruttare le soluzioni software seac direttamente online, ovunque e con la massima semplicità, secondo le proprie necessità.

TUTTI I CORSI SEAC CEFOR

Seac Cefor srl propone periodicamente interessanti convegni, giornate di studio e confronto con i docenti su tematiche di attualità collegate a modifiche legislative in campo fiscale, del lavoro e giuridico.